CO2 – Record mondiale di livelli a maggio

Un dato allarmante per l'Ambiente - Picco CO2

DA TGCOM24 del

"Clima, a maggio record mondiale del livello di CO2

Raggiunto un picco di 417,1 parti per milione, 2,4 in più rispetto al primato di maggio 2019"

Riporto questo interessante articolo che ci racconta in che stato si trova l'ambiente a causa delle emissioni eccessive di CO2. (Puoi leggerlo interamente qui)

La CO2 o anidride carbonica, è il principale responsabile del surriscaldamento della terra, infatti è riconosciuto come un Gas ad Effetto Serra.
Il surriscaldamento di questi ultimi anni ha causato danni rilevanti come lo scioglliemento dei ghiacci, situazioni metereologiche importante e spesso devastanti.
Secondo gli esperti, il 2030 sarà l'anno critico per ridurre le emissioni di gas inquinanti e i Governi mondiali stentano a imporre soluzioni, che ovviamente hanno un elevato impatto con le economie produttive.
Infatti la principale causa della produzione di CO2 è la combustione. La combustione è utilizzata per produrre energia, per la produzione di acciaio, per il movimento per terra mare e aria. I combustibili fossili, che contengono un alto contenuto di Carbonio, quando bruciano rilasciano CO2, oltre a altri inquinanti.
Anche nel caso in cui usassimo una combustione fisicamente e chimicamente "perfetta" non si potrà fare a meno di rilasciare CO2.
Per la produzione di Energia, gli unici sistemi che non generano emissioni nell'aria sono il FOTOVOLTAICO, che sfrutta i raggi solari, l''EOLICO, che sfrutta l'energia del vento, l''IDROELETTRICO, che sfrutta l'acqua, il GEOTERMICO, che sfrutta il calore del sottosuolo e il NUCLEARE. Per quest'ultimo sistema però conosciamo i rischi e soprattutto il problema vero è la gestione delle scorie radioattive.
La soluzione non è affatto semplice, perché  ci sono poteri forti che cercano di ostacolare la riduzione dell'utilizzo di combustibili fossili (Gas e Petrolio).
Ci sono "politici" che, per cercare consensi, usano i "divieti", spesso allucinanti, che con la scusa della riduzione dell'inquinamento creano seri problemi a gran parte della popolazione: ad esempio il alcuni Stati e alcune città italiane è programmato il blocco della circolazione a tutte le auto Diesel, costringendo i cittadini a cambiare la propria macchina per poter circolare liberamente.
La soluzione per la mobilità è la conversione verso il motore elettrico, ma anche qui i problemi da risolvere sono molteplici. Ad espempio, se vivi nel centro di una grande città, dove e come puoi ricaricare le batterie della tua auto elettrica? Quante colonnine di ricarica ci sono sotto casa tua? Torni a casa la sera, devi fare la fila per la colonnina, e aspettare la ricarica.
Quindi chi può permettersi un'auto elettrica? Ad oggi, sono veramente poche le famiglie che possono farlo.
Chi, con più facilità, potrebbe permetterselo, è chi abita in una villetta e ha istallato un buon impianto fotovoltaico ben dimensionato, che gli consente di ricaricare l'auto quasi a costo Zero. Ma su 60 milioni di italiani, quanti sono quelli che possono farlo?
Certo, adesso mi dirai, "ci sono le auto ibride". Verissimo, ma utilizzano un motore a benzina per ricaricare le batterie e quindi, anche se ridotte, le emissioni nell'aria sono sempre presenti, però, in attesa di altre soluzioni, un miglioramento lo possono dare.
"Va bene ma io che posso fare per aiutare l'ambiente?"
Puoi cominciare da cose meno impegnative a cose che richiedono piccoli investimenti:
Cose semplici da fare a costo quasi Zero:
  • In auto, cerca di ridurre i consumi utilizzando il meno possibile l'auto, guidando in modo "ecologico", tenendo la vettura in perfetta efficienza.
  • In casa, usa le luci solo per il tempo indispensabile, scegli elettrodomestici di classe A o superiori, utilizza lampadine LED, tieni in efficienza tutti gli elettrodomestici (scaldabagno etc).
  • in casa, riduci il più possibile l'utilizzo di acqua calda (sia da boiler elettrico che da caldaia a Gas)
  • In casa, passa il tuo contratto di fornitura a un gestore che ti garantisce Energia Green, stimolerai i produttori a spostarsi verso questa fonte di energia.
  • Per mangiare, scegli prodotti a Km 0 o che provengono da zone vicine, riduci il consumo di carni, purtroppo gli allevamenti intensivi emettono quantità di CO2 non indifferente.
Cose che richiedono un investimento modesto
  • Converti il tuo impianto di riscaldamento a Metano o Gasolio a elettrico. Avrai maggiore efficienza e anche incentivi fiscali
  • Se hai un tetto di proprietà, puoi istallare un Impianto Fotovoltaico per auto produrti energia e un impianto Termodinamico per produrre acqua sanitaria sempre cada. Anche qui puoi avere molte agevolazioni fiscali. Se ti interessa un esempio di impianto leggi l'articolo NWG TAURUS Full Box.
  • Per la tua casa, puoi anche considerare di intervenire sul miglioramento termico (cappotto esterno, infissi etc), Ci sono agevolazioni anche qui ma